Impianti di condizionamento e riscaldamento!

  • Home
  • RIFORMA TARIFFE ELETTRICHE 2018

RIFORMA TARIFFE ELETTRICHE 2018

RIFORMA TARIFFE ELETTRICHE 2018

Gli utilizzatori delle pompe di calore potranno vedere tangibili riduzioni di costi

La riforma tariffe elettriche 2018 è un’importante novità nella struttura delle tariffe di energia elettrica domestica che introduce la nuova tariffa TD in sostituzione dei precedenti profili tariffari con lo scopo di favorire gli utenti che consumano di più.

Fino ad oggi le tariffe per l’energia elettrica erano tutte strutturate sul criterio della progressività in base alla quale chi consumava di più pagava una tariffa maggiore in quanto doveva finanziare anche gli utenti che consumavano di meno, una soluzione attuata nel periodo post crisi petrolifera in un contesto sicuramente diverso da quello odierno ed in vigore da più di 40 anni.

Con l’inserimento della nuova tariffa TD (che in sostanza sostituisce le precedenti D2 e D3), tramite la nuova riforma tariffe elettriche chi consuma di più pagherà di meno, questo è un grande vantaggio soprattutto per chi utilizza le pompe di calore per il riscaldamento.

Questa tecnologia è infatti di gran lunga più efficiente rispetto a quelle tradizionali ma ad una più elevata efficienza corrisponde un maggiore consumo energetico che fino a qualche tempo fa si tramutava in costi elevati in bolletta, ma grazie alla riforma tariffe elettriche 2018 tutti gli utenti che utilizzano le pompe di calore potranno ottenere concreti risparmi, si stima una riduzione dei costi di oltre il 20% a questo va aggiunto l’altro aspetto non meno importante della detrazione fiscale del 65% per i lavori di riqualificazione energetica.

Hai bisogno di un impianto termoidraulico per la tua casa o la tua attività commerciale?

Sguazza Impianti, da anni si occupa di sistemi di condizionamento, riscaldamento, energie rinnovabili e idrosanitari chiama subito per avere informazioni sui nostri servizi.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin
Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *